AGOPUNTURA

Una valida alternativa per curarsi e prendersi cura di se stessi

COS’E’ L’AGOPUNTURA?

L’Agopuntura è una pratica medica millenaria che l’uomo conosce e sfrutta da sempre, a tutte le latitudini, un sistema di cura che viene utilizzato fin dalla preistoria in modo più o meno continuativo.
Essa è il “braccio operativo” della Medicina Tradizionale Cinese, un sistema medico completo che presuppone una diagnosi basata sull’associazione tra sensazioni, sintomi fisici e psichici del paziente volta ad individuare la causa profonda del disturbo osservato e di conseguenza la terapia più efficace.


COME FUNZIONA L’AGOPUNTURA?
Alla base di questa metodica vi sono i meridiani energetici (canali) ed i punti di agopuntura. I meridiani o canali energetici sono le vie principali attraverso le quali scorre l’energia all’interno del nostro organismo. I punti di agopuntura rappresentano invece le zone presenti sulla superficie del corpo dove, grazie all’utilizzo degli aghi, si può intervenire su quest’energia andando a riequilibrarne il flusso.
Gli organi medici ufficiali, supportati dai numerosi studi scientifici degli ultimi decenni, riconoscono che l’Agopuntura evoca specifiche risposte biologiche: tra queste la liberazione di molecole chiamate endorfine e dinorfine che sono in grado di modulare la risposta al dolore con un “effetto antidolorifico” e la regolazione del sistema neuroendocrino del corpo con conseguenze terapeutiche su infiammazione, attività cardiaca e vascolare, sonno, sistema immunitario e ormoni sessuali. Inoltre l’Agopuntura esplica un’azione meccanica a livello dei cosiddetti Trigger Points, che sono punti iperirritabili presenti a livello di una piccola zona muscolare contratta; l’infissione mirata con gli aghi ha la capacità di aumentare la circolazione locale del sangue e sciogliere la contrattura diminuendo così anche il dolore.
Lo sfruttamento di questi meccanismi consente non solo di intervenire sul dolore ma anche di attivare un vero e proprio reset dei parametri neurobiologici interessati dalla malattia facendo dell’Agopuntura un trattamento alternativo o complementare alle altre terapie.
In alcuni casi sarà alternativa, come nelle sciatalgie, nelle nevralgie e in molte patologie muscolo-scheletriche, dove riporta un indice di successo superiore ai trattamenti “convenzionali”; in altri sarà complementare perché si affiancherà alle terapie in atto, per migliorarne l’outcome terapeutico o ridurne gli effetti collaterali.


COSA SI PUO’ TRATTARE CON L’AGOPUNTURA?
Occorre essere consapevoli che l’Agopuntura non è una terapia miracolosa per tutti i mali, ma rappresenta un’ottima terapia per molte patologie tra le quali:
• lombalgia e sciatalgia
• dolori osteoarticolari (artrosi)
• spalla dolorosa
• dolori muscolari
• cefalea muscolotensiva
• emicrania
• nevralgia del trigemino
• paralisi di Bell
• tunnel carpale
• sindrome premestruale
• sindrome menopausale (vampate/sudorazione)
• insonnia
• ansia e stress
• gastrite da stress e disturbi intestinali
• fibromialgia
• vertigini e acufeni
• fame nervosa e dipendenza da fumo

La seduta di Agopuntura consiste nell’infissione di sottilissimi aghi sterili sulla pelle in alcuni punti precisi scelti dal medico secondo la strategia terapeutica. Normalmente l’infissione è indolore ma si consiglia comunque di rimandare la seduta in caso di febbre o primo giorno di ciclo mestruale, momenti in cui la sensibilità dolorosa è fisiologicamente accentuata. A volte il medico può scegliere di avvalersi di strumenti aggiuntivi quali coppette di vetro o una lampada riscaldante per potenziare gli effetti terapeutici. Gli aghi rimangono infissi mediamente per un periodo 20-25 minuti durante il quale il paziente avverte un profondo e piacevole senso di rilassamento. Dopo la seduta sarebbe ottimale per il paziente riposare per garantire il recupero dell’organismo; si possono verificare piccoli ematomi nella sede di inserzione dell’ago che si risolvono però spontaneamente in pochissimo tempo e talvolta si assiste ad una temporanea ma transitoria riacutizzazione della sintomatologia come normale risposta del corpo alla terapia.


Il numero e il ritmo delle sedute variano a seconda della patologia e della risposta individuale del paziente: le patologie acute necessitano solitamente di poche sedute e riavvicinate (2-3 a settimana) mentre quelle croniche hanno bisogno di un maggior numero di sedute distanziate nel tempo (1 alla settimana). In quest’ultimo caso i segni di miglioramento si riscontrano solitamente già entro la 5°-6° seduta e per stabilizzare i risultati si possono programmare delle “sedute di mantenimento” distanziate nel tempo.

 

La Dr.ssa Sofia Travaglia Zanibon, laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Padova, ha da tempo abbracciato a tempo pieno il mondo della Medicina Tradizionale Cinese, frequentando la Scuola Italo Cinese di Agopuntura a Bologna e perfezionando costantemente le sue strategie terapeutiche, attraverso corsi e master specifici sia di Agopuntura Somatica che di Addomino Agopuntura.

https://www.domusmedicaeste.it/staff_medico/servizi_71/agopuntura/160/Dr.ssa_Sofia_Travaglia_Zanibon.html

 





Domus Medica Srl Via Zanchi, 12 35042 Este (PD) Italy - Tel. +39 0429 50303 Fax +39 0429 59031 - E-mail: info@domusmedicaeste.it - PEC domusmedicaeste@pec.it
P.IVA/C.F. PD 03827560289 - Reg.Imp./R.E.A. PD 340294 - Cap. Soc. € 75.000,00 i.v.